I giovani italiani sono istruiti, ma non trovano lavoro

L’Italia ha un bene rifugio. Non è l’oro, ma i giovani cervelli creati dal nostro sistema scolastico. Migliaia di persone che dopo essersi laureate provano a mettersi sul mercato del lavoro, ma non trovano risposte adeguate dalle aziende. Alcuni di loro decidono di autopromuoversi, come stanno facendo coloro che hanno deciso di fondare startup innovative, ad esempio nel settore della tecnologia blockchain. Altri, invece, decidono di punto in bianco di andarsene dall’Italia e riparare in Paesi ove i giovani preparati, soprattutto gli italiani, sono evidentemente più apprezzati.

Si tratta di un problema gigantesco per l’Italia, in quanto in tal modo si sta perdendo il capitale investito nella formazione di queste persone e si stanno rafforzando i Paesi concorrenti. Proprio per questo sarebbero necessarie risposte da una politica che però non sembra in grado di fornirle o riesce a fornirne soltanto di parziali.

I prestiti per giovani possono essere la giusta risposta?

Per cercare di alleviare una situazione di chiara difficoltà per il mondo giovanile, del resto simboleggiata dalle statistiche relative alla disoccupazione che colpisce tra i 18 e i 35 anni, una possibile risposta può arrivare dai prestiti per giovani. In effetti nel corso degli ultimi anni questa soluzione è stata adottata in favore di particolari categorie, come ad esempio gli aspiranti imprenditori, meglio ancora se nel settore dell’innovazione tecnologica, o gli agricoltori intenzionati a guidare un’impresa del settore. Si tratta solitamente di prestiti che prevedono una parte a fondo perduto e il rimanente da restituire con tassi di interesse molto agevolati. A concederli sono di solito aziende create dallo Stato o l’Unione Europea, con il chiaro intento di creare le basi per permettere ai ragazzi che si affacciano nel mondo del lavoro di trovare un ambiente più accogliente.

Per saperne di più sui prestiti per giovani, è comunque consigliabile cercare informazioni al proposito, anche in considerazione del fatto che tali proposte si sono andate via via intensificando nel corso degli ultimi anni, proprio per cercare di impedire la fuga di cervelli dal nostro Paese. Tra i siti dedicati al tema ricordiamo in particolare iprestitipergiovani.it con i prestiti per giovani e giovani coppie, spazio che riesce a fornire un quadro molto chiaro della situazione e a prospettare soluzioni adeguate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *